Chiacchiere o frappe al forno!!

Ebbene sì, lo ammetto, non amo friggere!!

Per questo, cerco sempre strade alternative nella realizzazione di piatti che normalmente vengono cucinati in questo modo. Così ho trovato questa versione delle chiacchiere o frappe (dalle mie parti “intrigoni”), molto interessante.

Il sapore, a parer mio, è identico la croccantezza se tirate la pasta sottile e lasciate seccare i dolci (assolutamente non dovete mangiarli caldi)…… è proprio lì lì!!

La difficoltà di questo piatto è nell’impasto. Quello che ricaverete, sarà asciutto e un poco duro. Farete un po’ di fatica a stenderlo perché tenderà a rompersi, ma con un poco di pazienza riuscirete nell’intento.

Il vantaggio sarà sicuramente quello di fare prima, di non avere fatto puzzo in casa e di aver rispettato un pochino di più la vostra dieta!!

INGREDIENTI

– 350 fr di farina 00

– 40 gr di burro

– 80 gr di zucchero

-1/2 bicchiere di latte

– 3 cucchiai di Sassolino

– la scorza grattugiata di un limone non trattato

– 2 cucchiai di olio d’oliva

– 1,5 cucchiaini di lievito in polvere

– 1 bustina di vanillina

– zucchero a velo (meglio se vaniglinato)

Impastate tutti gli ingredienti in una ciotola, fino a comporre una palla solida e amalgamata. Avvolgetela nella pellicola e mettete a riposare in frigo per almeno 1 ora.

Dividete in due parti la pasta e stendente fino a circa 2 mm di spessore, nel farlo aiutatevi con la farina e staccate spesso la pasta dal piano perché tenderà ad attaccarsi e rompersi.

Tagliate delle strisce e dividete in rombi. Praticate un’incisione al centro dei rompi e passate la punta estrema all’interno dell’incisione, tirate ed otterrete la classica forma.

Procedete con l’altra parte di pasta, inglobando i ritagli della pasta precedente, fino ad esaurimento dell’impasto.

Disponete sulle teglie da forno ricoperte di carta e cuocete a 180° per 13-14 minuti.

Appena estratti dal forno spolverate di abbondante zucchero a velo e lasciate raffreddare.

Si conservano diversi giorni!!!!

frappe1frappe2frappe

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Patrizia ha detto:

    Mitica idea!!Con questa ricetta mi fai un grande regalo, ed oltre a me, anche a tutti quelli che non possono mangiare cibi fritti per problemi di salute.E, con questa idea, dopo 20 anni potro’ rimangiare gli intrigoni/frappe/chiacchere/ o come vogliamo chiamarle!!Passo successivo: provo la ricetta, magari proprio la prossima domenica, il giorno in cui ho piu’ tempo!E ti sapro’ dire.Grazie di cuore per avere condiviso questa mitica idea!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...